giovedì 3 novembre 2016

Un modo per farsi conoscere.... TAG DOMANGA

Ciao a tutti, sono Misticanza e ho voluto affacciarmi umilmente nel mondo del blog. In questo loco parlerò di manga, anime, film, telefilm, libri e videogiochi e perché no anche di altre tematiche a me care.
Ho già in cantiere una recensione che pubblicherò a giorni... ma per farmi conoscere un po' ho deciso di fare questo tag mangoso. 

LE DOMANDE

1)Il primo manga che hai letto
2)Personaggio maschile preferito
3)Personaggio femminile preferito
4)Shonen, seinen, shojo o josei
5)Quanti manga possiedi
6)Da dove nasce questa tua passione
7)Quale serie è stata interrotta troppo presto
8)Quale continua, ma dovrebbe essere interrotta
9)Parlando di manga conclusi, finale preferito
10)Un manga che vorresti vedere al cinema
11)Autore preferito
12)L’ultimo manga che hai letto
13)Preferisci la panini, star comics, gp, jpop o altro
14)Dove li compri
15)Dove li leggi di solito
16)Miglior shonen
17)Miglior seinen
18)Miglior shojo
19)Un manga che fa riflettere
20)Un manga per cazzeggiare
21)Quanto spendi settimanalmente
22)Manga preferito

LE RISPOSTE

1) Ho iniziato a leggere manga molto tardi rispetto alla media, e uno dei primi manga che comprai fu “Piece” di Hinkao Hashihara. Fu il mio colpo di fulmine nel mondo del fumetto giapponese, poi l'opera ha inevitabilmente svaccato ma la trovo piuttosto godibile.


2) Edgar di “Edgar e Allan Poe”, un personaggio affascinante (ed è uno dei motivi per cui l'ho scelto come copertina del blog) delicato, a volte vendicativo ma spesso e volentieri sensibile e altruista. Mi rimarrà sempre nel cuore questo personaggio maledetto.

3) Yukino Miyazawa di “Le situazioni di lui e lei”, una ragazza come tante che attraverso delle maschere cerca di nascondere la sua vera personalità, mi sono affezionato a lei e nel corso dell’opera mi ha strappato un sacco di risate.



4) Non ho una preferenza fissa, leggo davvero di tutto, anche se negli ultimi anni sto virando verso seinen, josei e manga classici di cui gli editori ci deliziano ogni morte di papa.

5) Tanti, ma non sono un feticista delle collezioni. Tra qualche anno potrei pure rivendere alcune opere che mi sono piaciute meno per ammortizzare i costi di futuri acquisti. One piece lo rivenderei molto volentieri, per esempio.*viene lapidato*

6) La passione per i manga è nata, come già detto, molto tardi per svariati motivi. Vivevo in un paesino sperduto tra le campagne e non ho mai visto dei manga se non quando ho iniziato il liceo. Un giorno passai in edicola e incuriosito, presi numeri a caso di One Piece (beata ingenuità, solo dopo compresi che ripudiavo gli shonen canonici) e di Detective Conan ma la scintilla è scattata con Piece. Poi nel giro di pochi anni ho cercato di recuperare il gap che avevo accumulato e posso dire di conoscere gran parte delle opere, non ho vissuto l’epoca dell’edizioni sottiletta ma non me ne rammarico molto, ho potuto recuperare le suddette a prezzi stracciati.

7) Ce ne sono molte ma ammetto che di “Ayako” della Ikeda avrei voluto saperne di più, chissà quali altre vendette avrebbe architettato questa protagonista dannata.

8) Qui non ne ho per nessuno:
-Berserk, che sta scadendo nel ridicolo tra maghetti e elfi, ci manca solo che vadano tutti nel paese delle meraviglie di Alice.
-Il grande sogno di Maya, l’autrice ha fatto i big money ma se vuole mantenere un minimo di dignità farebbe bene a concluderlo in fretta. Tra anacronismi e scene degne di Beautiful non se n’è può più.
-Tutti gli yaoi della Ayamane, e mi riferisco a Crimson Spell e la serie Finder, li ha iniziati nel lontano 2000 e ancora adesso sono in corso (con solo pochi volumetti all’attivo)

9) Il finale perfetto? Voglio andare in contro-tendenza e il finale di Monster di Urasawa a me è piaciuto moltissimo, quel dubbio amletico su chi è il vero mostro e le ultime scene all’ospedale mi hanno fatto partire un sacco di trip mentali

10) Vedrei molto bene la trasposizione cinematografica di “Himitsu” della Shmitsu. Il tema renderebbe benissimo al cinema e magari darebbe popolarità al manga, cosa buona e giusta (GOEN, parlo a te, CONTINUA A PUBBLICARLOH, sono in astintenza)

11) Sono indeciso tra Moto Hagio, Riyoko Ikeda e Kaoru Mori. Per l’importanza storica dei suoi manga sicuramente la Hagio, tra le autrici attuali senza dubbio la Mori.

12) L’ultimo volume di Tetsuwan Girl, di cui parlerò a breve!

13) Non sono devoto a nessuna casa editrice ma posso dire che: mi piace la puntualità della star comics, l’offerta editoriale della Goen, le edizioni lussuose della Panini (tramutate in misere edizioni da edicola).

14) Compro soprattutto in fumetteria poiché godo di uno sconto del 10%, ma se mi devo dare al recupero di serie vecchie, preferisco l’usato. Usufruisco spesso di Ibs e Amazon per i manga dall’estero.

15) Leggo i manga soprattutto in treno, bambini urlanti permettendo. A volte a casa, se non devo studiare e ho molto tempo libero.

16) Probabilmente Hunter x Hunter, l’autore ha cercato di non rientrare nei soliti clichè dei battle shonen e ci è riuscito.

17) Ce ne sono tantissimi ma ho amato alla follia Kiseiju, tanto che ho recuperato tutto dell’autore. Da citare anche Berserk fino all’eclissi.


18) Le situazioni di lui e lei, manga poco conosciuto (è più conosciuta la trasposizione anime) ma che consiglio spassionatamente a tutti, e’ di una profondità rara. Anche Ultimi raggi di Luna rientra tra i miei preferiti e non posso non citare Itazura na kiss.

19) Edgar e Allan Poe, attraverso la storia di questi esseri eterei nascono numerose riflessioni sulla solitudine umana e sulla paura del “diverso”, lo farei leggere nelle scuole se fosse per me.


20) Kuragehime, è molto scanzonato ma è una piccola perla che nessuno deve farsi sfuggire.


21) Prima molto, ora spendo al massimo 20/30 al mese. Anche perché non leggo solo manga giapponesi ma do molto spazio alla letteratura e di tanto in tanto al fumetto occidentale.


22) Domanda difficilissima ma credo proprio sia Banana Fish, un manga che mi ha stregato e mi ha fatto innamorare di tutti i personaggi. Ritengo che sia un capolavoro e il fatto che abbia venduto così poco è indice di quanto gli italiani non capiscano una cippa di manga, andrebbe ristampato SUBITO e chi non l’ha mai letto dovrebbe pentirsene e prendere un volo aereo verso il Giappone per scusarsi con la sensei Yoshida (idea da tenere in mente nel caso diventassi primo ministro). Ma un’eventuale ristampa deve avere il colore giallo altrimenti mi tengo l’edizione vecchia, sia ben chiaro! 



11 commenti:

  1. Oh, che bello! Il blog di Misticanza ♥ ♥ ♥
    Devo dire che le tue 22 risposte mi hanno sorpreso, e confermano il fatto che abbiamo gusti molto simili. Ok, la Ashihara non mi piace (anche se il mio giudizio si basa unicamente su "La clessidra- Ricordi d'amore") ma per il resto amiamo più o meno le stesse cose.
    Ma lo sai che il film di Himitsu l'hanno fatto veramente, in Giappone? Anche se dal trailer non mi ha fatto una grande impressione.
    Sono anni che non rileggo "Le situazioni di lui e lei", ma mi è sempre piaciuto moltissimo! Non mi dispiacerebbe leggere altre opere Masami Tsuda, ma la vedo dura.
    Sbaglio o hai in programma una recensione di Tetsuwan Girl? Io l'ho recuperato quasi per caso e mi sono trovato davanti un manga bellissimo! Che sorpresa... Una delle cose più belle lette negli ultimi anni (c'è comunque da dire che Takahashi mi è sempre piaciuto).
    Insomma, ancora auguri per il nuovo blog, e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Yue!
      Abbiamo gusti molto simili, è vero ma c'è da dire che il tuo blog mi ha influenzato molto, meriti un grosso ringraziamento! <3
      La Ashihara è una brava autrice shoujo, da' un taglio adulto alle sue storie però ha il difetto di non saper tirare le fila del discorso, inizia bene ma razzola male. Piece è tutto sommato un bel manga ma puoi passare oltre.
      Non sapevo del film di Himitsu, ho provato a vedere qualche video ma nemmeno a me ha convinto. Aspettiamo una trasposizione hollywoodiana, dove tutto si ambienterà in America altrimenti i poveri americani non vanno a vederlo!
      Masami Tsuda mi piace un sacco, è un'autrice talentuosa e ho apprezzato molto anche il suo volume unico "Nostalgia", con la Dynit fuori dai giochi (almeno con i manga) speriamo che qualche editore la prenda in considerazione.
      Sì, hai indovinato, si tratta di Tetsuwan Girl! Sono rimasto folgorato da questo manga. Ne parlerò molto presto!
      Grazie ancora per essere passato, un abbraccio!

      Elimina
  2. Ho trovato il tuo blog tramite Caroline e...benvenuto nella blogsfera! :)
    A partire dal tuo avatar e per diverse risposte che hai dato al tag, penso che abbiamo gusti abbastanza simili! ^_^
    Piece l'ho letto proprio di recente e concordo...ottime premesse ma poi ha svaccato parecchio ç_ç
    Dei titoli citati mi piacciono molto Kuragehime, Poe no Ichizoku e Monster. Con One Piece abbiamo avuto un'esperienza simile, ma per fortuna io lo leggevo in prestito da un'amica!
    Di Iwaaki sto seguendo (edizione italiana permettendo) Historie e devo dire che, salvo alcune cose, non mi dispiace, quindi vorrei proprio recuperare anche Kiseiju e altri suoi lavori ^^
    Per Banana Fish...inizio a fare i bigietti per il Giappone! Ma conto di recuperarlo prima o poi!
    Spero di leggere presto altri tuoi post allora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao millefoglia, intravedevo le tue risposte nei vari blog ma non avevo mai visitato il tuo! Messo subito nei preferiti. Vedo che anche tu ami Yu-gi-oh! C'è stato un tempo in cui ero un fanatico e compravo ogni marchedising legato a questo brand, ma tuttora i personaggi mi sono rimasti nel cuore, peccato che le ultime serie spin-off abbiano perso tutto quell'alone magico che avvolgeva i personaggi della prima serie.
      Beata te per One Piece, io ho uno scaffale pieno di One Piece e ogni giorno che lo guardo mi sale l'odio. Amo lo spirito di gruppo che contraddistingue la ciurma ma odio mortalmente tutti i combattimenti fotocopia.
      Historie ha un stile diverso rispetto a Kiseiju, secondo me dovresti leggerlo, potrebbe piacerti moltissimo. Goen è riuscita miracolosamente a concluderlo ma occhio che il numero 2 sembra essere esaurito.
      AHAH mi spiace per essere stato così severo con Banana Fish, è già tanto che sei nel mood di leggerlo purtroppo conosco fior fior di "esperti manga" che non l'hanno mai letto e lo trattano con indifferenza.
      A presto, spero che anche tu riprenderai a scrivere nel blog! :)

      Elimina
    2. Grazie :) anche io ho aggiunto il tuo ^_^
      Eh sì, Yugioh è stato il mio primo manga! Dopo la serie originale non l'ho più seguito e ad oggi non lo considero un capolavoro, ma ci sono davvero affezionata.
      A me di One Piece ha stufato più che altro che sembra non arrivare mai al sodo e non fa altro che aggiungere personaggi su personaggi x_x
      Non sapevo del secondo volume! Spero di recuperarlo usato magari. Grazie per l'informazione :)
      Banana Fish ti posso assicurare che lo punto da anni perchè mi attira tantissimo, ma tra una cosa e l'altra finisco sempre per rimandare, anche perchè so che è una lettura abbastanza impegnativa.
      Ah mi sono dimenticata di scrivere che anche a me non dispiace affatto HxH! Ho seguito solo l'anime nuovo però, perchè il tratto di Togashi non mi fa impazzire e neanche la sua tendenza alle pause XD

      Grazie ancora! In questo periodo sto leggendo parecchio, quindi spero di poter tornare presto al blog, appena lo studio mi darà un poco di tregua :)

      Elimina
  3. Ciao Misticanza! sei pronto per il mio papiro? calcola che sono in viaggio verso Torino, per fortuna il mio lui mi ha prestato il suo portatile e se becchi errori di battitura sai perchè XD

    Ti rispondo alle domande anche io qua sotto, avevo fatto un giochino del genere anni fa nel mio blog:

    1)Il primo manga che hai letto

    il primo manga che ho letto è stato "Sailor Moon" in versione "giornalino". Star Comics alla fine degli anni '90
    aveva creato questa rivista contenitore con tipo 30 pagine del manga e il resto (molto piu'interessante) farcito
    di rubriche a tematica shoujo (all'epoca non avevo internet per cui tutte quelle info erano per me
    oro colato). Non c'è bisogno che ti dica che il manga di "Sailor Moon" a me proprio non piace,
    preferisco mille volte la versione anime anni '90. La Takeuchi è brava con le illustrazioni per carità, ma
    non è altrettanto brava con gli sfondi e con la caratterizzazione dei personaggi.

    2)Personaggio maschile preferito

    per ora il mio personaggio preferito maschile è Rei, il protagonista di "Un marzo da leoni". Spero che tu stia
    seguendo il tuo manga perchè merita molto^^. Mi piace parecchio anche Daichi di "Un fiocco per sognare".

    3)Personaggio femminile preferito

    ce ne sono tantissimi XD mi viene in mente Rei Hino (Sailor Mars),Ayumi di "Glass no kamen" e Miki di "Life".

    4)Shonen, seinen, shojo o josei

    Le etichette non sono belle lo so , ma in quanto esseri umani è giusto che ognuno abbia le proprie preferenze
    Detto questo per me: 1) josei 2) seinen 3) shoujo 4) shounen.
    Sopratutto per i josei mi piacciono di piu' quelli che NON si occupano delle cosidette Office Lady, che poi
    sono puntualmente quelli che arrivano in Italia ç_ç Preferisco le storie che virano piu' sulla commedia, tipo
    "Kuragehime" o quelle con intricci amorosi stile "Tokyo Alice". Per i seinen apprezzo solo quelli slice of life
    o comunque non robe fantasy (anche se ci sono rare eccezioni, vedi "Il mondo di Ran").

    5)Quanti manga possiedi

    Non ne ho idea, ne ho tanti (anche se sono molto selettiva). Ma compro manga dal lontano 1997 quando avevo appena
    12 anni, per cui nel corso degli anni molti li ho rivenduti (tipo "Marmalade Boy") e cose simili.

    6)Da dove nasce questa tua passione

    Dagli anime! Da bambina guardavo un sacco di anime, complice il fatto che i miei lavorovano dalle 7 di mattina
    alle 5 di pomeriggio, per cui si sentivano tipo "in colpa" e mi viziavano, facendomi guardare quel che volevo XD

    7)Quale serie è stata interrotta troppo presto

    Direi "Itazura na kiss". Ma ovviamente non è colpa dell'autrice anzi...è morta e non ha potuto concluderlo ;(

    8)Quale continua, ma dovrebbe essere interrotta

    Interrota no, ma sicuramente Glass no Kamen" dovrebbe accellelare e finire AL PIU' PRESTO sta roba della Dea
    Scarletta. Ma ho poche speranze, l'autrice è lenta come una lumaca (e dire che sta lavorando SOLO a quel manga).

    9)Parlando di manga conclusi, finale preferito

    Mi è piaciuto tanto il finale di "Life" di Keiko Seinobu. Non c'è stato un happy ending a tutti i costi, ogni
    personaggi ha avuto il suo percorso e mi è sembravo molto volentieri. Purtroppo non posso dirti lo
    stesso del suo manga "Limit" che è finito letteralmente a tarallucci e vino.

    10)Un manga che vorresti vedere al cinema

    "La finestra di Orfeo" della Ikeda, senza dubbio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 11)Autore preferito

      Moto Hagio Moto Hagio Moto Hagio..XD ahah apprezzo anche Akiko Higashimura, Fumi Yoshinaga, Chica
      Umino.

      12)L’ultimo manga che hai letto

      "Sunny" di Taiyo Matsumoto , molto bello te lo consiglio!

      13)Preferisci la panini, star comics, gp, jpop o altro

      Adesso, in questo momento, la Star Comics. Nell'ultima conferenza ha accontentato i gusti di tutti.
      Non è sempre stato cosi pero', in certe conferenze mi ricordo che ero rimasta parecchia basita per
      le schifezzuole che aveva proposto. Spero continui per la strada del Lucca 2016.

      Goen mi piace tantissimo come titoli, ma ha seri problemi purtroppo.

      Planet per un periodo mi è piaciuta tantissimo, ad un certo punto pero' è diventata la casa ed
      punto di riferimento dei jappiminkia.

      14)Dove li compri

      Abitando in Svizzera, li compro per forza on-line.

      15)Dove li leggi di solito

      Sul letto o nel divano. Devo essere comoda.

      16)Miglior shonen

      non mi viene in mente nulla adesso XD

      17)Miglior seinen

      Per ora mi sta piacendo molto "Un marzo da leoni", ma è ancora in corso.

      18)Miglior shojo

      Mi è piaciuto tantissimo "Un fiocco per sognare" di Megumi Mizusawa.


      19)Un manga che fa riflettere

      Tutto quello che ho letto di Moto Hagio in un certo senso fa riflettere. Basta pensare a "Hanshin"
      o a "Iguana Girl".

      20)Un manga per cazzeggiare

      La commedie shoujo sono perfette per cazzeggiare, ma ne vengono proposte poche (come si deve, intendo).
      Vorrei tanto che qualcuni pubblicasse "Ugly Princess" della Aida, deve essere troppo forte XD

      21)Quanto spendi settimanalmente

      Quando ho TANTI acquisti 30 euro a settimana, ma ovviamente non sempre. Dipende dai titoli che devo prendere
      in ogni caso non compro tutte le settimane, senno' andrei a vivere sotto i ponti.

      22)Manga preferito

      Mi vuoi male :( è una domanda difficile a cui rispondere, ci sono tanti manga che mi sono piaciuti
      e sceglierne solo uno mi pare brutto. Posso solo dirti che uno dei manga a cui sono piu' legata
      è "Sei il mio cucciolo" un josei pubblicato in Italia nel 2003 (o del 2004) di Yayoi Ogawa.
      Adoro tanto Takeshi "Momo" e lo svolgimento della storia. Te lo consiglio, se non l'hai letto.

      Elimina
    2. Ciao Caroline!! Oh stai tornando in Italia? Poi sono curioso di conoscere le tue peripezie svizzere!
      Ho letto con molto interesse le tue risposte e immaginavo che nemmeno a te piacesse la versione manga di Sailor Moon, per me è stata una delusione pazzesca visto che partivo con le ottime premesse dell’anime. È uno dei rari casi in cui l’anime è nettamente migliore del manga. La Takeuchi è una delle autrici più sopravvalutate della storia, infatti sta cavalcando il suo unico successo da 20 anni.

      Anche a te piace Life? Io l’ho amato da impazzire, all’inizio risulta un po’ eccessivo da sfociare nel trash. Ma il messaggio a fine opera è stato genuino e positivo. E per fortuna nessuna storia d’amore di mezzo, ma una bellissima amicizia. Ho dei ricordi molto belli di questo manga!

      Pure io non riesco più a tollerare i josei d’ufficio, come li chiamo io. Li ho interrotti tutti, sia per colpa di Goen che per le storie che personalmente non mi fanno impazzire. Supplement mi piaceva con le sue riflessioni quasi oniriche ma con gli ultimi volumi ho lasciato perdere.

      Un marzo da leoni non l’ho ancora recuperato ma mi intrigava già da qualche anno, seguirò il tuo consiglio!!

      Sunny l’ho letto! Non eccede mai con i sentimentalismi e l’autore è di una delicatezza unica, peccato che non vedremo più nulla dell’autore visto che ha venduto pochissimo.. (L’ho già detto che gli italiani non capiscono un acca di manga?! Leggono solo seinen di Urasawa e per loro finisce tutto lì… e mi sta venendo in mente il nome di uno youtuber molto famoso che conoscerai sicuramente.)

      Ho amato anch’io Hime-chan no ribbon! Quanto erano carini i personaggi e tutta la storia! Un manga zuccheroso, che belle scelte faceva Planet un tempo, sigh.

      Ora mi odierai ma sai che ho una noia ancestrale nel leggere le opere della Ogawa? Ho comprato sia "Kiss and Never Cry" che "Sei il mio cucciolo' e mi hanno annoiato inesorabilmente. Il modo in cui imposta i dialoghi con i personaggi non mi piace. Non me lo so spiegare, so che è amatissima da tutti ma non riesco proprio a farmela piacere. Peccato perché i suoi disegni sono bellissimi.


      Elimina
  4. Che bello questo blog! *-*

    1) Primo manga letto Kodocha/Rossana, ma tendo a considerare primo il primo che ho effettivamente acquistato, cioè Shugo Chara. Fu semplicemente un colpo di fulmine al primo sguardo, l'ho voluto dal primo secondo che l'ho visto e si è rivelato essere la lettura di cui avevo bisogno in quel momento. Avevo 13 anni e tanta paura di crescere. Quella storia mi fece capire l'importanza, la bellezza del cambiamento, dell'esprimere se stessi e un sacco di altre cose anche sulla fiducia in se stessi e le relazioni. Lo conservo gelosamente e di tanto in tanto lo rileggo ^^

    2 Shinobu Morita di Honey and Clover. E' semplicemente indescrivibile, in più ci somigliamo parecchio, anche nel mettere da parte noi stessi per le esigenze altrui (per poi trovarci con un pugno di mosche,o quasi, in mano, alla fine :P )
    Menzione speciale anche per Daichi Kobayashi di Hime-chan no ribbon (<3), Kacchan Uesugi di Touch, Joji di Parakiss

    3 Suu di Shugo Chara. E' semplicemente colei che vorrei riuscire a diventare, forte e dolce, una persona che parla poco, ma che quando lo fa è in grado di dire sempre la cosa giusta e di scaldare il cuore. La adoro.
    Menzione speciale anche qui per altri personaggi: Reira di Nana, Lala, Haruna e Momo di To Love ru a cui voglio veramente bene, Hinata di Un Marzo da Leoni, Gisele di Gisele Alain

    4 Non bado al target di un'opera. Se una cosa mi piace mi piace e basta, a prescindere dal soggetto, dal target, dalla categoria

    5 Non tutti quelli che vorrei :( comunque mi sono accorta di avere tanta paccottiglia o comunque serie che non rileggo o mi sono piaciute meno, che adesso ho rivenduto/ sto rivendendo (es. Samidare, Strobe Edge)

    6 Dagli anime :) in particolare Doremì. Lo amavo, lo amo tuttora, così come praticamente tutte le serie con le maghette che ho visto, Sailor Moon su tutti probabilmente, ma anche lo stesso Doremì, Cardcaptor Sakura, Sugar Sugar Rune, Un fiocco per sognare ecc... E come non citare poi anche Dragon Ball, Naruto, Hunter x Hunter, Mimì/Attack n. 1 o Candy Candy. (Ne ho visionati un'infinita di altri, ma questi sono quelli che più apprezzo ancora adesso)

    7 Orange di Ichigo Takano. Mi piace tantissimo quest'autrice, amo le sue storie, ma non riesce mai a sviscerarne del tutto il potenziale. Orange per esempio partiva da un'idea di base potentissima che poteva essere sviluppata anche per una decina di volumi, approfondendo TUTTi i personaggi. Ma anche la sua serie precedente, Dreamin'Sun secondo me, anche se in misura decisamente inferiore, soffre dello stesso problema :/
    Ah, ovviamente anche Nana della Yazawa, nonostante io creda fermamente in una sua ripresa a breve. Tra gli shoujo che ho finito relativamente in tempi recenti ti direi Sugar Soldier della Sakai. Non capisco mai perché certe autrici/autori abbiano così tanta fretta di concludere le loro opere!

    8 Qualche anno fa ti avrei detto Naruto :)

    9 Quello di Honey and Clover <3 perfetto sotto ogni aspetto ** e anche quello di Paradise Kiss mi è piaciuto parecchio!


    RispondiElimina
  5. 10 Non ne ho idea ahahahah

    11 Chica Umino, a mani bassissime. E anche Ai Yazawa, voglio un bene dell'anima praticamente a tutti i suoi personaggi.
    Poi apprezzo molto anche Kei Toume (soprattutto graficamente e nelle storie più slice of life) Kaoru Mori, Sui Kasai Aki Irie e la Higashimura, autrici di cui vorrei concludere le serie che ho iniziato e recuperare tutte le altre!

    12 L'ultimo volume di Rough e Cat Street, di Yoko Kamio, che mi è piaciuto veramente molto!

    13 Fino a qualche anno fa la Flashbook, ora decisamente la Star Comics

    14 Fumetteria

    15 Li leggo ovunque, appena ho tempo/voglia. Amo leggerli mangiando o bevendo qualcosa in contemporanea

    16 Touch. Mi è piaciuto tanto anche Zombie Loan, ma ne vorrei recuperare diversi, come Ushio e Tora

    17 Un marzo da leoni, ma anche qui me ne mancano di diversi da leggere tipo Tetsuwan Girl

    18 Nana. Ho amato molto anche Momo e Orange

    19 Honey and Clover, Nana, Un marzo da leoni, Paradise Kiss, Ultimi raggi di luna, Il mondo di Ran, Orange

    20 Quelli della Motomi, specie i più divertenti. Per quanto riguarda le risate, cito anche Nodame Cantabile, che vorrei recuperare tutto (ho solo i primi 2 volumi)

    21 dipende ahahahah

    22 Honey and Clover

    RispondiElimina
  6. Ciao, condivido moltissime delle tue risposte. Non ho parlato molto della Yazawa nel post ma la amo molto anch'io, è una delle autrici più originali in campo shojo ma non le perdono Nana, che ho amato alla follia nella sua prima parte, la seconda non regge proprio. Questo succede quando le opere ottengono troppo successo e si spreme la vacca finché c'è latte, intanto la povera autrice ci ha rimesso con la salute.

    RispondiElimina